Ritiro alla Comunità di Genova

Il Procuratore Generale predica il ritiro alla Comunità dei Padri di Genova sul tema: «Il cristianesimo non è una teoria della Verità, o una interpretazione della vita. Esso è anche questo, ma non in questo consiste il suo nucleo essenziale. Questo è costituito da Gesù di Nazaret, dalla Sua concreta esistenza, dalla Sua opera, dal Suo destino cioè da una personalità storica. Essa determina tutto il resto, e tanto più profondamente e universalmente quanto più intensa è la relazione. Ciò può avvenire in un modo così possente che tutto, mondo, destino, compito si attua attraverso la persona amata; essa è come contenuta in tutto, tutto la fa ricordare, a tutto essa dà un senso. Nell’esperienza di un grande amore tutto il mondo si raccoglie nel rapporto Io-Tu, e tutto ciò che accade diventa un avvenimento nel suo ambito» (Romano Guardini, L’essenza del cristianesimo).

Nel pomeriggio partecipa al sermone dell’Oratorio: “G. Guareschi: don Camillo, Peppone e il Crocifisso che parla”.

Santa Messa in ricordo di Pio XII

La S. Messa nella solennità di Cristo Re dell’Universo è stata trasmessa da Raiuno il 23 novembre da S. Maria in Vallicella-Chiesa Nuova, nel ricordo del 50.mo anniversario della morte del servo di Dio Pio XII. Presieduta da P. Edoardo Cerrato, Procuratore Generale e Preposito della Congregazione Romana, la celebrazione ha visto la partecipazione di numerosi fedeli che hanno testimoniato l’affetto di Roma al Pontefice che sedette sulla Cattedra di Pietro nei tragici tempi della seconda guerra mondiale, amato come “Pastor Angelicus” e salutato “Defensor Civitatis” dalla riconoscenza dell’Urbe.

In occasione della celebrazione, di fronte alla lapide posta nel 1942 per commemorare, nel XXV di Episcopato del Santo Padre, i devoti legami di Pio XII con S. Filippo Neri e la Congregazione dell’Oratorio Romano, è stato collocato il ricordo delle visite in Chiesa Nuova del beato Giovanni XXIII (1960), e dei servi di Dio Paolo VI (1973) e Giovanni Paolo II (1979 e 1995).

Leggi tutto “Santa Messa in ricordo di Pio XII”

Centenario della C.I.V.C.S.V.A.

Il Procuratore Generale rappresenta la Confederazione dell’Oratorio alla celebrazione del centenario del Dicastero Vaticano per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica, che si tiene nell’Aula Magna dell’Augustinianum secondo il programma allegato.

PROGRAMMA

ORE 9.00

Saluto di S. Em. Franc Rodé CM, Cardinale Prefetto

ORE 9.15 /10.15

Cento anni a servizio della vita consacrata

Aquilino Bocos CMF

ORE 10.15 /11.00

Gli Istituti di vita consacrata, le Società

di vita apostolica e il servizio della CIVCSVA:

attese e collaborazioni

Unione dei Superiori Generali – USG

Unione Internazionale delle Superiore Generali – UISG

Conferenza Mondiale degli Istituti Secolari – CMIS

ORE 11.00 /11.30

Intervallo

ORE 11.30 /12.15

Vita consacrata: una lunga storia.

Ha ancora un futuro?

Andrea Riccardi, Comunità di Sant’Egidio

ORE 12.15

Conclusioni di S. Ecc. Gianfranco A. Gardin, OFM Conv.

Arcivescovo Segretario

Modera: Enrica Rosanna FMA, Sottosegretario

150.mo Filipenses Misioneras de Enseñanza

Trattenuto a Roma per la celebrazione che si tiene in S. Maria in Vallicella nel ricordo del servo di Dio Pio XII, il Procuratore Generale invia gli auguri della Confederazione alla Madre Generale delle Suore “Filipenses Misioneras de Enseñanza”, fondate 150 anni or sono da P. Marcos Castañer (1815-1878) e da sua sorella Gertrudis (1824-1881), a Mataró (Barcelona) il 21 novembre 1858.

Approvato il 7 dicembre 1870 e definitivamente il l 7 luglio 1914 e diffuso attualmente in Spagna, Chile, Ecuador, Colombia, Stati Uniti, Cuba, Rep. Dominicana e Messico, l’Istituto fa parte della Federazione delle Suore di S. Filippo Neri, che tanti fraterni rapporti coltiva con la Procura Generale e con singole Congregazioni Oratoriane.

Fine specifico della Congregazione è il “Rinnovamento cristiano della società” in accordo con le più urgenti necessità della Chiesa e con speciale attenzione ai più poveri; e si realizza mediante opere di promozione umana e di educazione cristiana in Residenze e Case di Spiritualità, Scuole, attività catechistica, lavoro missionario e aiuto a movimenti ecclesiali. 

Essendo San Filippo Neri l’anima dell’ispirazione dei due Fondatori, (Don Marcos fu ordinato sacerdote a Roma, ed ebbe frequenti e profondi con la Comunità Oratoriana della Chiesa Nuova), la spiritualità della Congregazione è impregnata dello spirito dell’Apostolo di Roma: orazione, carità, semplicità e santa letizia. 

Nel messaggio di felicitazioni il Procuratore Generale ricorda queste radici della Famiglia religiosa che celebra il 150.mo della propria origine, e, assicurando una speciale preghiera presso l’urna di Padre Filippo, augura alle Suore un lungo e sereno cammino nello spirito dei Fondatori, al servizio dell’evangelizzazione in Europa, in America e – come esse stanno progettando – anche in Africa.

Convegno di studi storici a Tolentino

Il segretario della Procura Generale dott. Alberto Bianco rappresenta il Procuratore Generale al XLIV Convegno di studi storici che si tiene a Tolentino nei giorni 22 e 23 novembre per iniziativa del Centro Studi Storici Maceratesi sul tema: “Congregazioni ed Ordini religiosi nelle Marche dal Concilio di Trento alle soppressioni napoleoniche” e svolge una relazione su “La Congregazione dell’Oratorio, geniale ‘inventione’ di san Filippo Neri”. A sottolineare l’importanza dell’Istituto Oratoriano nella terra marchigiana, si segnalano, tra le relazioni, quelle di Francesca Coltrinari e Mauro Saracco: “Arte e committenza nel complesso di S. Filippo a Fermo: l’architettura della chiesa”; di Sandro Corradini: “I primordi della Congregazione dei Filippini a Camerino”; di Elvio Herms Ercoli: “L’Oratorio di S. Filippo e l’educazione musicale in Macerata”; di Ivano Palmucci “L’Oratorio di s. Filippo a Treia ed il fondo archivistico della Congregazione”.

Omaggio al Ven. Newman

Nell’Oratorio di Barcelona-Gracia (Spagna), a cura della locale Congregazione e dell’Oratorio Secolare di Valencia, la dr.ssa Emilia Bea, dell’Università di Valencia, tiene una conferenza su “John Henry Newman, Simone Weil: ricerca della verità e santità con genio”. Il Procuratore Generale invia il saluto della Confederazione.

Iniziative culturali agli Oratori di Verona e Torino

Informato degli “Incontri culturali all’Oratorio” programmati dalla C.O. di Verona, il Procuratore Generale esprime al Preposito fraterne felicitazioni e un cordiale saluto ai partecipanti all’odierno incontro in cui Sua Ecc.za Rev.ma Sophornius Mudry OSBM, Eparca greco cattolico di Ivano-Frankivsk in Ucraina e Rettore Magnifico della locale Accademia Teologica, svolgerà il tema: “La primavera spirituale della Chiesa Bizantino-Slava dopo la caduta del Muro di Berlino”.

A Torino, l’ “Associazione S. Filippo” – che, come si legge nel dépliant, “si colloca nella tradizione dell’Oratorio, invenzione di San Filippo Neri, e intende promuovere il patrimonio artistico custodito a San Filippo e offrire alla città un luogo per riflettere, pregare ed incontrarsi” – ha comunicato il programma delle sue iniziative nella chiesa e nell’Oratorio di Torino. Tra queste, nel pomeriggio del 16 novembre “Passeggiata a San Filippo: libera visita del complesso filippino (la chiesa, la sacrestia, l’oratorio, la cripta)”; Mostra “I colori della liturgia: pianete, piviali, paliotti del ‘700” a cura del dott. Gian Luca Bovenzi; Visita guidata al Paliotto del Piffetti a cura della Fondazione Accorsi; Concerto per voce e arpa nell’Oratorio. 

Il dr. Davide Zeggio, responsabile dell’Ufficio Comunicazioni sociali della Procura, rappresenterà il Procuratore Generale e porterà al Preposito e ai Padri il saluto e le felicitazioni della Confederazione Oratoriana.

Nomina del Coadiutore di Sevilla

Nell’apprendere che il Santo Padre ha nominato Arcivescovo Coadiutore di Sevilla (Spagna) S.E.R. Mons. Juan José Asenjo Pelegrina, finora Vescovo di Córdoba, il Procuratore Generale esprime a Sua Eccellenza vive felicitazioni per l’incarico ricevuto nella Arcidiocesi Ispalense, dove sono presenti una antica e una recente Congregazione dell’Oratorio, e lo ringrazia per la paternità esercitata nei confronti della Comunità in formazione in Córdoba.