Commemorazione B. Valfré a Verduno

La diocesi di Alba, che gli diede i natali, commemora il Beato Sebastiano Valfré nel III centenario della morte in occasione della “Giornata Sacerdotale”. Dopo la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo diocesano S. E. R. mons. Sebastiano Dho, il P. Procuratore Generale presenta al Clero la figura sacerdotale dell’insigne oratoriano, la cui storia è profondamente legata a quella della Chiesa piemontese. In questa circostanza la diocesi di Alba festeggia, insieme ad altri significativi anniversari di Ordinazione, anche il 60.mo di S. E. R. mons. Diego Bona, emerito di Saluzzo, a cui il P. Procuratore esprime la soddisfazione di salutare un successore di un altro grande figlio di S. Filippo Neri, il B. Giovenale Ancina.

Convegno di studio sul Beato Valfré

Il P. Procuratore Generale interviene a Torino al Convegno sul B. Sebastiano Valfré, che si tiene presso la Biblioteca Nazionale Universitaria sul tema: “La Sindone ci restituì Cristo vivo”, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività Culturali, della Procura Generale della Confederazione Oratoriana, del Comitato Ostensione della Sindone, della Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Piemonte, del Centro Studi Piemontesi, del Sito www.studibeatovalfre.org.

Portando il saluto ed il ringraziamento della Famiglia Oratoriana a Mons. Renzo Savarino, rappresentante di Sua Eminenza Rev.ma il Card. Arcivescovo di Torino, ed agli Enti organizzatori del Convegno, il P. Procuratore Generale ricorda, in relazione alla S. Sindone, il grande Oratoriano la cui figura si staglia ad alto rilievo nella storia del Piemonte. Un particolare ringraziamento rivolge a Daniele Bolognini per la intelligente e instancabile attività svolta nell’anno centenario del Beato. 

Leggi tutto “Convegno di studio sul Beato Valfré”

Il B. Valfré pellegrino a Oropa

Il P. Procuratore Generale ringrazia cordialmente l’amico can. Angelo Stefano Bessone per l’articolo sul B. Valfré pubblicato su “Il Biellese” dell’11 maggio. Come il nostro sito ha riportato in marzo – riproducendo il testo del sermone tenuto di P. Edoardo Cerrato a Cava de’ Tirreni, nel III centenario del Beato – il documento cui fa riferimento il Bessone, stimato storico biellese, è dovuto alla cortesia della prof.ssa Ida Ruggiero, benemerita studiosa dell’archivio della Congregazione Cavese.

La lettera del Beato, ritrovata, con altre due, tra i documenti del servo di Dio p. Giulio Castelli, “è datata – scrive P. Cerrato nel citato testo – 5 settembre 1683, ed è prezioso per il riferimento al Giubileo indetto pochi giorni prima della grande battaglia (12 settembre 1683) in cui l’esercito turco di Mehmet IV, comandato dal Gran Visir Kara Mustafa Pasha con l’obiettivo di occupare Vienna e penetrare in Europa, fu sconfitto dall’esercito polacco-austro-tedesco sotto il comando del re di Polonia Giovanni III Sobieski. L’assedio era iniziato il 14 luglio 1683, e l’esercito Ottomano contava circa 140.000 uomini; nella battaglia decisiva – cominciata l’11 settembre e conclusa vittoriosamente il 12 – le forze europee giungevano a 75/80 000 uomini. […] La Lettera è preziosa, anche per la biografia del Valfré: fornisce informazione circa il pellegrinaggio al santuario della Madonna di Oropa, di cui le biografie del Beato non parlano, a quanto ci consta, mentre riportano spesso – come esempio della devozione di P. Sebastiano alla Vergine Oropense – l’episodio della “lettera alla Madonna” che il P. Valfré scrisse e consegnò alla sua penitente, serva di Dio Anna Maria Emanuelli, che si recava al sacro Monte, al principio di settembre del 1671, con alcune dame torinesi”. 

Riproduciamo lo studio del can. Bessone.

Centenario del Beato Valfré

Le Congregazioni della Federazione Messicana hanno realizzato, attraverso la “Commissione di divulgazione e ricerca” della Federazione stessa, l’edizione in lingua spagnola della “Vita del B. Sebastiano Valfré” composta dal P. Giovanni Calleri, C.O. in occasione della beatificazione. Introdotta dal testo della Lettera del P. Procuratore Generale per il III centenario della morte del Beato, la nuova edizione presenta, in bella veste tipografica, i 22 capitoli della biografia del Calleri.

Il Procuratore Generale esprime ai cari confratelli del Messico le più fraterne congratulazioni per la sensibilità che, anche in questa occasione, hanno manifestato. Proponiamo inoltre un contributo di P. Edoardo A. Cerrato su “Il Beato Sebastiano Valfré e il servo di Dio P. Giulio Castelli”, elaborazione del sermone da lui tenuto nell’Oratorio di Cava de’ Tirreni il 12 marzo scorso.

Beato Valfré a S. Giulia

Il Beato Valfré è stato commemorato nella chiesa di S. Giulia a Torino sulla cui facciata la serva di Dio marchesa Giulia di Barolo – che la fece costruire – volle fosse posta, insieme a quella di altri santi, la statua del B. Sebastiano Valfré. Il P. Procuratore Generale ha celebrato la S. Messa ricordando il Beato verso il quale la fondatrice nutrì profonda devozione ed al quale ispirò la sua opera di immensa carità. Riportiamo l’omelia.

Leggi tutto “Beato Valfré a S. Giulia”

Festa del Beato Valfrè nelle Case Oratoriane

Chioggia

La Procura Generale della Confederazione Oratoriana, mentre ringrazia chi già ha provveduto, invita le Congregazioni a trasmettere notizie e fotografie delle celebrazioni locali del B. Sebastiano Valfré al fine di preparare sul sito, e sul prossimo numero di “Annales Oratorii” (2010), un servizio di documentazione. Già si sono ricordate le iniziative di Verona e di Chioggia che ne hanno dato gentilmente notizia.