Nuova pubblicazione su Mons. Arista

La Procura Generale si felicita con l’Oratorio di Acireale per l’edizione critica dell’opera Cenni biografici di Mons. G. B. Arista d.O., il vescovo di Acireale, scritta tra il 1923 e il 1950 da Pietro Pappalardo. Prefazione di mons. Edoardo Aldo Cerrato, vescovo di Ivrea; introduzione e note del prof. Alfonso Sciacca. L’opera è impreziosita da una serie di foto d’epoca, tratte da collezione privata, riguardanti i fatti e i luoghi descritti.

Per richiedere il volume ed altro materiale sul Venerabile Arista rivolgersi a:

P. Luciano Giuseppe Bella C.O.
Vicepostulatore della Causa pro beatificazione Mons. Arista
Via Dei PP. Filippini, 2
95024 Acireale
E-mail: l.bella@tiscali.it

Nuova pubblicazione sul Venerabile Arista

La Procura Generale si congratula con l’Oratorio di Acireale per la nuova pubblicazione Il Giglio e il Cuore, quarta uscita della collana Le Tre Spighe, che intende rendere fruibile in chiave contemplativa gli scritti inediti del Venerabile Giovanni Battista Arista. Al centro dell’opera le meditazioni dell’Arista sui Misteri del Rosario.
Per richiedere il volume ed altro materiale su Mons. Arista rivolgersi a:

P. Luciano Giuseppe Bella C.O.
Vicepostulatore della Causa pro beatificazione Mons. Arista
Via Dei PP. Filippini, 2
95024 Acireale
E-mail: l.bella@tiscali.it

Nuova pubblicazione sul Venerabile Arista

La Procura Generale si congratula con l’Oratorio di Acireale per la nuova pubblicazione “Cuore di Fuoco”, terza uscita della collana Le Tre Spighe, che intende rendere fruibile in chiave contemplativa gli scritti inediti del Venerabile Giovanni Battista Arista. Per richiedere il volume ed altro materiale su Mons. Arista rivolgersi a:

P. Luciano Giuseppe Bella C.O.
Vicepostulatore della Causa pro beatificazione Mons. Arista
Via Dei PP. Filippini, 2
95024 Acireale
E-mail: l.bella@tiscali.it

Nuova pubblicazione sul Venerabile Arista

La Procura Generale si congratula con l’Oratorio di Acireale per la nuova pubblicazione “Vita eucaristica, vita d’amore” che racchiude quattro proposte per l’Adorazione eucaristica. Continua così il progetto della Congregazione acese di divulgare in via contemplativa gli scritti del Venerabile Giovanni Battista Arista.
Il libretto, costituito da 48 pagine, è illustrato a colori. Il costo di 1 copia è € 2,00 (25 copie € 40,00 – 50 copie € 70,00).

Per richiedere il volume ed altro materiale su Mons. Arista rivolgersi a:

P. Luciano Giuseppe Bella C.O.
Vicepostulatore della Causa pro beatificazione Mons. Arista
Via Dei PP. Filippini, 2
95024 Acireale
E-mail: l.bella@tiscali.it

Nuova pubblicazione su Mons. Arista

La Procura Generale si congratula con l’Oratorio di Acireale per la nuova nuova pubblicazione “Dalla croce non si scende… si sale”, una Via Crucis con meditazioni tratte dagli scritti ancora inediti di mons. Arista, attraverso i quali egli ci trasporta con maggiore sollecitudine verso il Crocifisso aiutandoci ad assumere e a valorizzare il dolore come risorsa spirituale.
Il libretto, costituito da 48 pagine, è illustrato a colori. Il costo di 1 copia è € 2,50 (25 copie € 50,00 – 50 copie € 90,00). Per richiedere il volume ed altro materiale su Mons. Arista occorre rivolgersi a:

P. Luciano Giuseppe Bella C.O.
Vicepostulatore della Causa pro beatificazione Mons. Arista
Via Dei PP. Filippini, 2
95024 Acireale
E-mail: l.bella@tiscali.it

“Giornata pro beatificatione” del ven. Arista

Il P. Procuratore Generale presiede nella chiesa dell’Oratorio di Acireale la S. Messa del Triduo in preparazione alla “Giornata pro beatificatione” del ven. Giovanni Battista Arista, C.O. presentandone il ministero sacerdotale ed episcopale.

Il 6 marzo, nel salone dell’Oratorio, tiene una conversazione sul tema: “Il ven. G. B. Arista, sacerdote di Cristo sulla “via” dell’Oratorio, nell’Anno sacerdotale e nel III centenario del B. Sebastiano Valfré”, seguita dall’intervento del prof. Alfonso Sciacca sul libro di S. E. mons. Cannavò, recentemente pubblicato, sulle vicende del terremoto di Messina.

Domenica 7 marzo, nella chiesa dell’Oratorio, S. E. R. mons. Pio Vittorio Vigo, Arcivescovo-Vescovo di Acireale, presiede la solenne concelebrazione dei Padri dell’Oratorio. Nel suo messaggio alla Diocesi per la “Giornata”, Sua Eccellenza, ricordando “il Pastore solerte, vicino alla gente, pronto a dare a tutti la sua parola semplice, saggia, ispirata da Dio”, ricorda che “in questo Anno Sacerdotale, l’esempio di Mons. Arista è per noi esemplare” ed auspica che “tutte le comunità accolgano l’invito a considerare attentamente il dono del suo ministero episcopale con momenti di riflessione e di preghiera che renderanno più efficace il cammino quaresimale”.
Riportiamo la conferenza del P. Procuratore Generale.

Convegno sul Venerabile Arista

Il Procuratore Generale esprime alla Congregazione dell’Oratorio di Acireale fraterne felicitazioni per il Convegno di studi che si tiene oggi ad Acireale in preparazione alla annuale Giornata pro Beatificatione. Dopo il saluto del P. Preposito, intervengono come relatori il Ch.mo Prof. Angelo Sindoni, Prorettore dell’Università di Messina, su “Il Vescovo G. B. Arista e la Sicilia del suo tempo”; S. E. il dott. Gaetano Nicastro, Presidente di sezione della Suprema Corte di Cassazione, su “Il Vescovo Arista e la politica. Bajocchi e Scioani ad Acireale nelle elezioni del 1913”; il Ch.mo Prof. Rosario Musumeci, Ispettore Centrale della P. I. e Presidente dell’Associazione Ex-alunni dell’Istituto San Michele, su “La pedagogia del giovane direttore”. Conclude il Convegno l’intervento di S. E. R. mons. Pio Vittorio Vigo, Arcivescovo-Vescovo di Acireale.

Omaggio al Venerabile Arista

In occasione del I centenario della presa di possesso della diocesi di Acireale da parte di mons. Arista, la locale Congregazione dell’Oratorio ha indetto solenni celebrazioni di ringraziamento per il Decreto con cui il 1 giugno scorso Sua Santità Benedetto XVI ha riconosciutole virtù eroiche esercitate dal servo di Dio e gli ha conferito il titolo di Venerabile.

15 novembre

La S. Messa presieduta dal P. Preposito Salvatore Alberti nella chiesa dell’Oratorio, a cui partecipano i religiosi della diocesi, dà inizio alle celebrazioni.


16 novembre

Solenne Eucarestia presieduta da S. E. R. mons. Pio Vittorio Vigo, Arcivescovo-Vescovo diocesano, con la partecipazione dei sacerdoti della diocesi Acese, e di alcuni Ecc.mi Presuli della Sicilia.  Segue una conversazione spirituale a cui intervengono don Mario Torcivia, della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale: “Le lettere pastorali del ven. mons. G. B. Arista, d.O., Vescovo di Acireale (1907-1920)”, e P. Edoardo Aldo Cerrato, Procuratore Generale della Confederazione Oratoriana: “Il ven. G. B. Arista, discepolo di san Filippo Neri”.


17 novembre

Presso il Collegio San Michele, diretto dai PP. dell’Oratorio, P. Edoardo A. Cerrato presenta agli studenti, nel corso di una conversazione, la figura dell’Arista, che fu anche direttore del Collegio. Il Procuratore Generale presiede la S. Messa vespertina nella chiesa della Congregazione.
 

18 novembre

S. Messa conclusiva delle manifestazioni presieduta da P. Felix Selden, Delegato della Sede Apostolica per l’Oratorio. 

“Se a tutti i figli di S. Filippo Neri insigni per santità di vita, già riconosciuta pubblicamente dall’Autorità della Chiesa o in processo di riconoscimento, va la lode riconoscente ed ammirata della Famiglia Oratoriana – ha scritto il Procuratore Generale – al ven. Giovanni Battista Arista l’intera Confederazione non può esimersi dall’esprimere un ringraziamento del tutto speciale, riconoscendo in lui il “padre” della stessa Istituzione che riunisce le Domus sui iuris dell’Oratorio in un organico vincolo di comunione fraterna. Se fu il suo cuore filippino la fonte di tutto il suo instancabile operare di sacerdote e di vescovo, fu ugualmente il suo amore per San Filippo Neri e per l’Oratorio la fonte dell’impegno da lui profuso anche nella ricerca delle vie che condussero alla Confederazione; e tra le sue virtù eroiche che ora la Santa Chiesa proclama non mancano certamente quelle da lui esercitate in quest’opera benemerita. L’esultanza che esprimo in questa lieta circostanza – ben al di là dei sentimenti personali – è quella dell’intera Confederazione Oratoriana che indegnamente rappresento”.