Omaggio al Ven. J. H. Newman

A cura del Centro Internazionale degli amici di Newman si tiene nella Sala dei Cento Giorni al Palazzo della Cancelleria una conferenza del prof. Fortunato Morrone, docente all’Istituto Teologico Calabro-Catanzaro, sul tema: “L’urgenza di una nuova amicizia tra fede a ragione secondo John Henry Newman e Benedetto XVI”. Il Procuratore Generale vi partecipa in rappresentanza della Confederazione Oratoriana.

Oratorio Secolare di Genova

L’Oratorio Secolare della Congregazione di Genova inizia oggi il ciclo annuale dei “Sermones. Conversazioni su fede, attualità, cultura” con la prolusione inaugurale del Prof. Carlo Lupi, Emerito dell’Università di Genova e Direttore dell’Istituto Superiore di Scienze religiose di La Spezia. Gli incontri di autunno proseguiranno il 15, il 22, il 29 novembre ed il 6 dicembre con relatori che presenteranno, rispettivamente, i seguenti temi: G. K. Chesterton; Classici e Cristiani. Dialogo, contrasto, attesa; G. Guareschi: don Camillo, Peppone e il Crocifisso che parla; La traccia di Cesare Pavese. Sono programmati anche alcuni Concerti per orchestra e per coro e orchestra. Il Procuratore Generale esprime al P. Mauro de Gioia, Prefetto dell’Oratorio, e al Rettore sig.ra Giuliana Soleri, le più vive congratulazioni per la ricchezza di iniziative dell’Oratorio Secolare di Genova e per l’amicizia costantemente testimoniata.


Al M. R. P. Mauro De Gioia
Prefetto dell’Oratorio Secolare

Alla Gent.ma Signora Giuliana Soleri
Rettore dell’Oratorio Secolare

Roma, 25 ottobre 2008

Carissimi Amici,

il ricco programma annuale dell’Oratorio Secolare di Genova, in cui giustamente risaltano i “Sermones. Conversazioni su fede, attualità, cultura”, testimonia quanto abbiate a cuore l’attività che le nostre Costituzioni definiscono  “prima fra tutte” della Congregazione.

Permettetemi di esprimervi, a nome della Confederazione Oratoriana, i più convinti rallegramenti e di porgere i miei fraterni auguri con questo scritto: l’avrei fatto, tanto volentieri, a voce, se imprevisti impegni non mi trattenessero a Roma.

Ho avuto modo, in questi ultimi giorni – particolarmente in occasione dell’inaugurazione delle attività dell’Oratorio di Roma – di ricordare che l’anno oratoriano che incomincia porta il significativo ricordo dei 450 anni da che gli incontri di Padre Filippo con i suoi discepoli si trasferirono dalla semplicità delle “stantiole” del santo al locale chiamato “Oratorio”, da cui gli incontri stessi e la nostra Congregazione hanno tratto il nome.

«Che sia l’esercitio dell’Oratorio – scriveva in quell’anno (1558) il P. Francesco Maria Tarugi al P. Bordini – non si conosce se non da chi lo pratica et non perde lo spirito».

E poiché so per esperienza diretta e fondata nel corso del tempo che a Genova questa è una realtà, insieme al saluto cordiale che rivolgo a tutti i presenti, mi permetto di aggiungere il ringraziamento più sincero per la vostra fedeltà all’autentico spirito del nostro Padre San Filippo ed alla “via Oratorii” da lui sapientemente tracciata.

Credete alla mia personale amicizia e  al desiderio di essere con voi in questa occasione.

Aff.mo

Edoardo Aldo Cerrato, C.O.
Procuratore Generale

Nel 40.mo della morte di Romano Guardini

Il 1 ottobre 2008, quarant’anni fa, a Monaco di Baviera moriva Romano Guardini (1885-1968), il filosofo e teologo italo-tedesco che la sua biografa Hanna-Barbara Gerl definì “un Padre della Chiesa del XX secolo”. Il Procuratore Generale ha ricordato durante la sua recente visita alle Congregazioni di Germania l’importanza del teologo nel cammino dell’Oratorio in terra tedesca. La Procura Generale ricorda ora, proponendo un saggio del prof. Silvano Zucal, l’anniversario di questo grande amico dell’Oratorio, che strette relazioni ebbe con molti Padri delle Congregazioni tedesche e che per alcuni anni, fino al trasferimento definitivo nella Ludwigskirche di München, come segno della sua vicinanza all’esperienza oratoriana, volle aver sepoltura nel piccolo cimitero della chiesa dell’Oratorio, accanto alle tombe dei Padri e di P. Ernest Tewes, C.O., vescovo ausiliare di München anche negli anni di episcopato del Card. Joseph Ratzinger.

Riportiamo la presentazione di Sandro Magister all’articolo di Silvano Zucal:

I libri di Guardini hanno nutrito la parte più viva del pensiero cattolico del Novecento. E tra i suoi allievi ve ne fu uno speciale, oggi Papa. È’ Joseph Ratzinger, che, studente poco più che ventenne, ebbe modo non solo di leggere ma anche di ascoltare dal vivo colui che elesse come suo grande “maestro”. 

Da teologo, da cardinale e anche da papa, Benedetto XVI ha confessato più volte, nei suoi libri, di voler proseguire sulle strade aperte da Guardini. In “Gesù di Nazareth” dichiara fin dalle prime righe d’avere in mente un classico del suo maestro: “Il Signore”. E in “Introduzione allo spirito della liturgia” mostra fin dal titolo di ispirarsi a un capolavoro dello stesso Guardini, “Lo spirito della liturgia”.

Nel quarantennale della scomparsa, in Italia, in Germania e in altri paesi europei saranno a lui dedicati simposi, seminari, convegni che cercheranno di analizzare il suo straordinario contributo al pensiero filosofico e teologico. 
Ma uno dei campi più interessanti da esplorare è l’intreccio tra la biografia e il pensiero di Guardini e quelli dell’attuale Pontefice.

È quanto fa nel saggio che segue uno dei maggiori esperti in materia, Silvano Zucal, professore di filosofia all’Università di Trento e curatore dell’edizione critica integrale delle opere di Guardini, edita in Italia dalla Morcelliana. L’articolo è uscito sull’ultimo numero di “Vita e Pensiero”, la rivista dell’Università Cattolica di Milano.

Leggi l’articolo “Ratzinger e Guardini, un incontro decisivo”

Riesumate le Reliquie di J. H. Newman

La Congregazione dell’Oratorio di Birmingham comunica alla Procura Generale che il 2 ottobre u. s. si è compiuta nel cimitero di Rednal la riesumazione delle Reliquie del Ven. Card. John Henry Newman. Quanto resta delle spoglie mortali del Venerabile sarà trasferito nella chiesa dell’Oratorio il 2 novembre prossimo, nel corso di una Santa Messa celebrata da Sua Grazia l’Arcivescovo di Birmingham mons. Vincent Gerard Nichols, alla presenza di S.E.R. mons. Faustino Sainz Munoz, Nunzio Apostolico nel Regno Unito; il Procuratore Generale vi parteciperà in rappresentanza dell’intera Confederazione Oratoriana.

Conferenza alla Trinità dei Pellegrini

Invitato da Paolo Vigo, Presidente della Confraternita della Ss. Trinità dei Pellegrini, il Procuratore Generale partecipa alla conferenza che si tiene oggi e porgendo ai partecipanti il saluto della Famiglia Oratoriana ricorda la fondazione della Confraternita ad opera del giovane Filippo Neri e di P. Persiano Rosa, di cui ricorre quest’anno il 450.mo della morte.

30.mo di fondazione canonica dell’Oratorio di Wien

Il Procuratore Generale presiede nella chiesa dell’Oratorio la solenne celebrazione eucaristica nel 30.mo di fondazione canonica della Congregazione Viennese e partecipa all’incontro dell’Oratorio Secolare sulla figura del Card. Francesco Maria Tarugi, nel IV centenario della morte dell’amato discepolo di Padre Filippo.

Riportiamo il programma delle celebrazioni:

Aus Anlaß des 30. Jahrestages der Errichtung der Kongregation des Oratoriums des hl. Philipp Neri in Wien durch den Heiligen Stuhl am 7. Oktober 1978 feiert der Generalprokurator der Konföderation des Oratoriums, Rev.mus Pater Dr. Edoardo A. Cerrato C.O., Präpositus des Oratoriums in Rom, am Dienstag, dem 7. Oktober 2008 um 18.30 Uhr in der Rochuskirche eine Dankmesse. Danach spricht Univ.-Prof. Dr. Elisabeth Garms über „Kardinal Francesco Maria Tarugi Cong. Orat., ein großer Oratorianer und Erzbischof, anläßlich seines 400. Todestages“. Zur Mitfeier der Hl. Messe, zum Oratorium Saeculare und zu einem anschließenden Empfang im Pfarrsaal erlauben wir uns herzlich einzuladen!


P. Felix Selden C.O.
Präpositus

Dkfm. Emanuel Mensdorff-Pouilly
Präsident des „Vereins der Freunde des Oratoriums“