Preghiera di Papa Francesco in questo momento di difficoltà per l’umanità e per la Chiesa

“O Maria, tu risplendi sempre nel nostro cammino come segno di salvezza e di speranza. Noi ci affidiamo a te, Salute dei malati, che presso la croce sei stata associata al dolore di Gesù, mantenendo ferma la tua fede. Tu, Salvezza del popolo romano, sai di che cosa abbiamo bisogno e siamo certi che provvederai perché, come a Cana di Galilea, possa tornare la gioia e la festa dopo questo momento di prova. Aiutaci, Madre del Divino Amore, a conformarci al volere del Padre e a fare ciò che ci dirà Gesù, che ha preso su di sé le nostre sofferenze e si è caricato dei nostri dolori per condurci, attraverso la croce, alla gioia della risurrezione. Amen. Sotto la Tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta”.

Miracolo Newman

Il Santo Padre Francesco nell’udienza concessa al card. Giovanni Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha autorizzato la pubblicazione del miracolo, attribuito all’intercessione del Beato Giovanni Enrico Newman, Cardinale di Santa Romana Chiesa, Fondatore dell’Oratorio di San Filippo Neri in Inghilterra; nato a Londra (Inghilterra) il 21 febbraio 1801 e morto a Edgbaston (Inghilterra) l’11 agosto 1890.
Il Procuratore Generale, appresa la notizia durante la riunione della deputazione permanente si rallegra per la straordinaria notizia che giunge dalla Santa Sede e ringrazia il Signore per questo dono. Il Beato Newman sarà il primo Santo Inglese (non martire) ad essere proclamato tale dalla Chiesa negli ultimi secoli. Questo straordinario figlio di San Filippo Neri interceda presso il Signore per le Congregazioni Inglesi e per tutta Confederazione Oratoriana.

Gaudete et Exsultate, l’Esortazione apostolica di Papa Francesco

(Alessandro De Carolis – Vatican News) – Si diventa santi vivendo le Beatitudini, la strada maestra perché “controcorrente” rispetto alla direzione del mondo. Si diventa santi tutti, perché la Chiesa ha sempre insegnato che è una chiamata universale e possibile a chiunque, lo dimostrano i molti santi “della porta accanto”. La vita della santità è poi strettamente connessa alla vita della misericordia, “la chiave del cielo”. Dunque, santo è chi sa commuoversi e muoversi per aiutare i miseri e sanare le miserie. Chi rifugge dalle “elucubrazioni” di vecchie eresie sempre attuali e chi, oltre al resto, in un mondo “accelerato” e aggressivo “è capace di vivere con gioia e senso dell’umorismo”.

Leggi tutto “Gaudete et Exsultate, l’Esortazione apostolica di Papa Francesco”

Il Santo Padre Francesco chiude il Giubileo

Papa Francesco chiude la Porta Santa nella Basilica Vaticana - REUTERS

Radio Vaticana – Nella Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo si chiude l’Anno Santo straordinario della Misericordia aperto dal Papa l’8 dicembre scorso. Francesco chiude la Porta Santa della Basilica di San Pietro, l’ultima ad essere chiusa nel mondo. Nell’omelia invita i fedeli a non distogliere lo sguardo dal vero volto del nostro Re e a costruire una Chiesa accogliente, libera, missionaria, povera ma ricca nell’amore. Il servizio di Adriana Masotti:

“Riconoscenti per i doni di grazia ricevuti e incoraggiati a testimoniare, nelle parole e nelle opere, la tenerezza del tuo amore misericordioso, chiudiamo la Porta Santa: lo Spirito Santificatore rinnovi la nostra speranza in Cristo Salvatore, porta sempre aperta a chi ti cerca con cuore sincero, unica porta che introduce nel Regno che viene”.

Leggi tutto “Il Santo Padre Francesco chiude il Giubileo”