Mostra “I libri di Cesare Baronio in Vallicelliana”

La Biblioteca Vallicelliana – che tanta parte ha nella storia e negli affetti del mondo oratoriano, legata com’è a S. Filippo Neri, di cui conserva la biblioteca personale, del Baronio, primo bibliotecario, di p. Giustiniani, del beato Ancina, dell’Antoniano, del Gallonio, di Virgilio Spada… – celebra degnamente il IV centenario del Baronio presentando in Mostra, per la prima volta, i libri lasciati per testamento dal grande storico alla Biblioteca. La mostra è visitabile fino al 12 dicembre. Intervengono la direttrice della Biblioteca Vallicelliana, dr. Maria Concetta Petrollo Pagliarani, Carla Abbamondi, Lorenzo Abbamondi, Elisabetta Caldelli, Giuseppe Finocchiaro, Paola Lolli, Stefano Zen.

Il Procuratore Generale porta il saluto ed il ringraziamento della Confederazione Oratoriana.

“Baronius day” all’Istituto Cesare Baronio

L’Istituto Cesare Baronio, diretto dai Padri della Congregazione di Roma, celebra il centenario baroniano con una giornata dedicata al discepolo di S. Filippo Neri a cui è dedicata la Scuola. Il Procuratore Generale presenta agli studenti la figura del Baronio e presiede la S. Messa conclusiva dell’incontro.

Incontro di Istituti e Società di vita apostolica

Con una relazione sulla formazione dei candidati alla luce dell’esperienza vissuta nelle Congregazioni Oratoriane, il Procuratore Generale interviene all’Incontro di Superiori di Ordini ed Istituti di vita consacrata e di Società di vita apostolica che si tiene nella Casa Generalizia della Fraternità di S. Carlo Borromeo. Su invito del Superiore Generale della Fraternità di S. Carlo, mons. Massimo Camisasca, l’Incontro si svolge fra i numerosi Responsabili in confronti sulle diverse esperienze dei vari Istituti a partire dalle relazioni introduttive del P. Abate Mauro Lepori, O. Cist. (“Preghiera e silenzio”), di Md. Cristiana Mondonico, delle Clarisse di Gubbio (“La vita comune”), di Md. Rosaria Spreafico, delle Trappiste di Vitorchiano (“L’obbedienza”).

Omaggio di Sora-Valleradice al Ven. Baronio

Il Procuratore Generale accoglie in S. Maria in Vallicella il pellegrinaggio del Rettore e dei fedeli del Santuario di Valleradice che restituiscono la visita al Ven. Cardinale Cesare Baronio, riconoscenti per il trasporto delle reliquie del grande sorano a Valleradice lo scorso 7-8-9 settembre.

Festa all’Oratorio di Pharr, 40 anni della Congregazione e 25 della Scuola

Il Procuratore Generale partecipa alla festa della Congregazione Oratoriana di Pharr (Texas), che celebra lieti anniversari della sua piccola ma significativa storia, indirizzando al Preposito p. Leo Daniels ed ai confratelli un messaggio di felicitazioni, recato dal segretario della Procura Generale, dr. Alberto Bianco.

Il Procuratore Generale è lieto di far pervenire a p. Daniels la “Croce pro Ecclesia et Pontifice” che Sua Santità Benedetto XVI si è degnato conferirgli nell’occasione, riconoscendo l’opera dell’Oratoriano al servizio della Chiesa ed il suo amore per la Sede di Pietro. Ha chiesto inoltre al R. P. Antonio Rios di rappresentarlo in questa circostanza in cui di tutto cuore vorrebbe essere presente.

Morte di P. Joaquin Coll Monserrat

Profondamente partecipe del dolore della Congregazione dell’Oratorio di Barcelona-Gracia e ricordando l’ottimo figlio di S. Filippo Neri, il Procuratore Generale esprime le più fraterne condoglianze per la morte di P. Joaquin Coll Monserrat, avvenuta nelle prime ore di oggi. Il Padre era nato il 4 novembre 1917, ed era stato ordinato sacerdote il 28 febbraio 1943.

Annuncio del Concistoro

Al termine dell’Udienza generale di oggi Sua Santità Benedetto XVI ha annunciato per il prossimo 24 novembre un Concistoro nel quale procederà alla nomina di alcuni nuovi Cardinali. La Procura Generale dell’Oratorio fin d’ora formula ai nuovi Cardinali le più vive felicitazioni. Queste le parole del Santo Padre: “Ho ora la gioia di annunciare che il 24 novembre prossimo, vigilia della Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo, terrò un Concistoro nel quale, derogando di una unità al limite numerico stabilito dal Papa Paolo VI, confermato dal mio venerato Predecessore Giovanni Paolo II nella Costituzione Apostolica Universi dominici gregis (cfr n. 33), nominerò diciotto Cardinali.

Ecco i loro nomi:

  1. Mons. Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali;
  2. Mons. John Patrick Foley, Pro-Gran Maestro dell’Ordine Equestre del SantoSepolcro di Gerusalemme;
  3. Mons. Giovanni Lajolo, Presidente della Pontificia Commissione e del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano;
  4. Mons. Paul Joseph Cordes, Presidente del Pontificio Consiglio “Cor Unum”;
  5. Mons. Angelo Comastri, Arciprete della Basilica Vaticana, Vicario Generale per lo S.C.V. e Presidente della Fabbrica di San Pietro;
  6. Mons. Stanisław Ryłko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici;
  7. Mons. Raffaele Farina, Archivista e Bibliotecario di S.R.C.;
  8. Mons. Agustín García-Gasco Vicente, Arcivescovo di Valencia (Spagna);
  9. Mons. Seán Baptist Brady, Arcivescovo di Armagh (Irlanda);
  10. Mons. Lluís Martínez Sistach, Arcivescovo di Barcellona (Spagna);
  11. Mons. André Vingt-Trois, Arcivescovo di Parigi (Francia);
  12. Mons. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova (Italia);
  13. Mons. Théodore-Adrien Sarr, Arcivescovo di Dakar (Senegal);
  14. Mons. Oswald Gracias, Arcivescovo di Bombay (India);
  15. Mons. Francisco Robles Ortega, Arcivescovo di Monterrey (Messico);
  16. Mons. Daniel N. Di Nardo, Arcivescovo di Galveston-Houston (Stati Uniti d’America);
  17. Mons. Odilio Pedro Scherer, Arcivescovo di São Paulo (Brasile);
  18. Mons. John Njue, Arcivescovo di Nairobi (Kenya).

Desidero inoltre elevare alla dignità cardinalizia tre venerati Presuli e due benemeriti ecclesiastici, particolarmente meritevoli per il loro impegno al servizio della Chiesa:

  1. S. B. Emmanuel III Delly, Patriarca di Babilonia dei Caldei;
  2. Mons. Giovanni Coppa, Nunzio Apostolico;
  3. Mons. Estanislao Esteban Karlic, Arcivescovo emerito di Paraná (Argentina);
  4. P. Urbano Navarrete, S.I., già Rettore della Pontificia Università Gregoriana;
  5. P. Umberto Betti, O.F.M., già Rettore della Pontificia Università Lateranense.

Tra questi ultimi era stato mio desiderio elevare alla porpora anche l’anziano Vescovo Ignacy Jeż, di Koszalin-Kołobrzeg, in Polonia, benemerito Presule, che ieri è improvvisamente mancato. A lui va la nostra preghiera di suffragio.”