Anno Paolino

Indetto dal Santo Padre Benedetto XVI nel corso della celebrazione dei Primi Vespri della la solennità dei SS. Apostoli Pietro e Paolo del 2007, l’Anno dedicato a San Paolo inizia oggi ufficialmente e si concluderà il 29 giugno 2009. 

La Procura Generale esprime a Sua Santità il ringraziamento della Confederazione Oratoriana per la grande occasione, a tutti offerta, di riscoprire la figura dell’Apostolo Paolo, la sua molteplice ed instancabile attività, i suoi numerosi viaggi, raccontati particolarmente negli Atti degli Apostoli; di rileggere e studiare le sue numerose lettere, indirizzate alle prime comunità cristiane; di rivivere i primi tempi della nostra Chiesa; di approfondire il suo ricchissimo insegnamento e meditare sulla sua vigorosa spiritualità di fede, di speranza e di carità; di compiere un pellegrinaggio sulla sua tomba, e nei numerosi luoghi che Egli ha visitato, dove ha fondato le prime comunità ecclesiali; di rivitalizzare la nostra fede ed il nostro ruolo nella Chiesa di oggi, alla luce dei suoi insegnamenti; e di pregare ed operare per l’Unità di tutti i cristiani.

Leggi tutto “Anno Paolino”

Incontro delle Comunità francesi in formazione

Il Procuratore Generale partecipa all’Incontro delle Comunità in Formazione e Progetti di Fondazione attualmente presenti in Francia ed esprime ai Padri dell’Oratorio di Nancy il vivo ringraziamento della Procura Generale per questa iniziativa che riveste, nel cammino di formazione, particolare importanza. Si darà in seguito dettagliata notizia delle relazioni e dei partecipanti, tra cui ricordiamo, fin d’ora, Sua Em.za Rev.ma il Card. Philippe Barbarin, Arcivescovo di Lyon e Primate delle Gallie, ed alcuni Ecc.mi Arcivescovi e Vescovi.

IMG_3412
Leggi tutto “Incontro delle Comunità francesi in formazione”

Nomina del Cardinal Vicario

Nell’apprendere che il Santo Padre ha nominato Suo Vicario Generale per la diocesi di Roma l’Em.mo Sig. Cardinale Agostino Vallini, finora Presidente del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, il Procuratore Generale esprime al nuovo Cardinale Vicario le felicitazioni e gli auguri per l’alto incarico.

John Henry Newman: «Ex umbris et imaginibus ad veritatem»

Riportiamo un articolo della rivista “Tempi”:

Prima che venga notte
John H. Newman, spinto a pensare a Dio da un mondo

che vive per smentirne la presenza

di Marina Corradi 

Dalla Apologia pro vita sua di John Henry Newman, il teologo anglicano ottocentesco convertito al cattolicesimo: «Se partendo dall’esistenza di Dio (della quale io sono certo come della mia stessa esistenza) io guardo fuori dal mio Io, al mondo degli uomini, vedo uno spettacolo che mi riempie di sgomento indicibile. Sembra che il mondo smentisca in pieno quella grande verità che permea tutto il mio essere, con un effetto, logicamente e necessariamente così sconcertante per me come se sentissi negare la mia propria esistenza. Se guardassi in uno specchio e non ci vedessi il mio volto proverei quel che provo quando guardo questo mondo vivente e affaccendato, e non ci vedo il riflesso del suo Creatore».

E il cardinale inglese nato centocinquant’anni prima di te improvvisamente sembra vicino. È, quello sguardo smarrito sulla opacità delle cose, simile al tuo, spaventato, di un lontano giorno di seconda media, un giorno come un altro, in cui come sempre andavi a scuola. Lungo la strada consueta, al solito angolo di Brera, alzando gli occhi – i palazzi in una giornata grigia, il traffico, le facce assorte dei milanesi – d’improvviso avevi visto un’altra realtà. Non uomini, case, storie, ma solo materia: cemento, asfalto, lamiera, carne, assemblati in un modo apparentemente casuale e sgraziato; e tu in mezzo, materia anche tu, cosa; e tutto, così assurdo. In un acuto spavento: possibile che il mondo in un momento si fosse fatto quell’allinearsi cieco di apparenze? E perché tu, pur essendo “materia”, pensavi, e con tanto dolore? Eri matta, o caduta in un maligno incantesimo?

La vertigine durò pochi secondi. Poi la fontana, la chiesa di Sant’Angelo, le case tornarono come sempre: cose degli uomini, orme del loro destino. Ma quel balenio d’angoscia ti è rimasto per sempre, in una sbalordita memoria. Era un universo senza più alcun segno; cose senza origine né senso; roba. («Se guardassi in uno specchio e non ci vedessi il mio volto, proverei quel che provo quando guardo questo mondo vivente e non ci vedo il riflesso del suo Creatore»).

Il mondo opaco, trasfigurato come in un paesaggio urbano di Sironi: la città come quinte di teatro, livide, a nascondere pudicamente il nulla. Ma Newman di quello sguardo atterrito seppe fare un tesoro. «Ex umbris et imaginibus ad veritatem», scrissero nel suo epitaffio. Per lui, ha scritto il cardinale Giacomo Biffi, «il mondo visibile è una foresta di segni: è il mondo delle ombre e delle immagini che alludono e rimandano alla realtà vera e piena». Dunque quel “non vedere” può essere dato per vedere di più; per imparare uno sguardo che buchi la superficie ottusa delle cose. Come un addestramento: vedere non con gli occhi, ma in virtù di una ostinata domanda. Che è la grazia che vorresti per i tuoi figli: dentro al mondo, come in una foresta di segni.

(Tempi, 19 giugno 2008)

Incontro della Federazione Messicana

Il Procuratore Generale ringrazia il P. Ricardo Alvares Perez, Procuratore Nazionale della Federazione Messicana per la fraterna lettera di auguri inviata in occasione della celebrazione centenaria del Card. Francesco M. Tarugi e saluta i Padri delle Congregazioni del Messico che si riuniscono, dal 23 al 26 giugno, in Cuernavaca (Morelos) per tre giornate di ritiro e di studio sulla spiritualità filippina del venerato Cardinale, discepolo amatissimo di S. Filippo Neri, e suo “novizio” per tutta la vita.

San Filippo Neri a Camerino

Mons. Francesco Gregori, Rettore di San Filippo in Camerino, ha organizzato dal 15 al 21 giugno celebrazioni religiose e manifestazioni culturali in onore del Santo titolare della chiesa, splendida opera d’arte che per secoli fu la sede di una Congregazione dell’Oratorio ricca di storia e di notevoli figure, tra le quali merita ricordare il venerato Sv. di Dio fratel Dionisio Pieragostini. Inaugurate dalla Messa solenne presieduta dall’Ecc.mo Arcivescovo mons. Francesco Giovanni Brugnaro, le celebrazioni religiose proseguono ogni giorno con riflessione sulla spiritualità di San Filippo Neri. In data odierna mons. Sandro Corradini, Promotore della Fede della Congregazione per le Cause dei Santi, tiene una conferenza su “Gli Oratoriani a Camerino”. Ricordando la sua partecipazione alle celebrazioni filippiane in anni scorsi, il Procuratore Generale invia all’amico mons. Gregori cordialissime felicitazioni per queste feste annuali e ringrazia mons. Corradini per l’amicizia che sempre dimostra verso l’Oratorio.

Tesi di licenza di Francesco Danieli

Il Procuratore Generale è presente nella Pontificia Università della Santa Croce alla discussione della tesi di licenza di Francesco Danieli che, sotto la direzione del Prof. Luis Martínez Ferrer, ha affrontato il tema: “Riforma e Controriforma nell’esperienza estetica di san Filippo Neri”. Lieto per la prossima pubblicazione del notevole lavoro, il Procuratore Generale ha consegnato a Francesco la prefazione che riportiamo:

Francesco Danieli è un amico: per questo, penso, più che per altre ragioni, mi ha chiesto la prefazione allo studio che ora vede la luce. Ed è per testimoniargli la mia amicizia che, volentieri, ho accettato il suo invito, oltre che per il piacere di presentare un volume di così ricco contenuto e di argomento a me assai caro.

Leggi tutto “Tesi di licenza di Francesco Danieli”