Auguri a Fr. Alberto Bianco, C.O.

Il Procuratore Generale esprime i più vivi auguri a Fr. Alberto Bianco, C.O., segretario della Procura Generale, per l’incarico di Direttore della Biblioteca Statale Oratoriana di Napoli, la quale – con l’importante Archivio della Congregazione – costituisce per l’intera Confederazione un patrimonio di immenso valore.

Fr. Alberto Bianco è nato a Biella l’11 aprile 1969 ed ha frequentato per lunghi anni le attività formative e culturali del locale Oratorio. Dopo essersi laureato presso l’Università di Torino con specializzazione in scienze storiche, si è diplomato presso la Scuola di Archivistica e di Biblioteconomia della Biblioteca Apostolica Vaticana ed ha prestato servizio – oltre che nella Segreteria della Procura Generale – nella Congregazione dell’Oratorio di Roma in qualità di Direttore della Biblioteca-Archivio, dando prova di generosa dedizione e di apprezzata competenza anche nel campo della conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico. Succede ora nell’incarico a P. Giovanni Ferrara, C.O., al quale la Procura Generale esprime il più sincero ringraziamento della Confederazione per la lunga opera svolta nel custodire e valorizzare il prezioso patrimonio del Monumento Nazionale dei Girolamini.

Solennità di S. Filippo Neri

A tutta la Famiglia Oratoriana, la Procura Generale augura lieta festa. A pochi mesi dalla conclusione del Sinodo dei Vescovi su “La Parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa”, la solennità annuale offre il ricordo di Padre Filippo predicatore della divina Parola.

L’Osservatore Romano ha pubblicato un articolo di P. Edoardo Cerrato, C.O.

» Leggi l’articolo

* * *

Presiedono in Chiesa Nuova le solenni Concelebrazioni eucaristiche: dopo i Primi Vespri, S. E. R. mons. Mauro Piacenza, Segretario della Congregazione per il Clero; nel giorno della solennità: S. E. R. mons. Ernesto Mandara, Vescovo Ausiliare di Roma (Settore Centro); dopo i Secondi Vespri, Sua Eminenza Rev.ma il Sig. Card. Zenon Grokolewski, Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica. Il Procuratore Generale porge loro l’omaggio, ricordando il Trentesimo anniversario della prima visita del servo di Dio Giovanni Paolo II in Chiesa Nuova e la sua paterna sosta nella Casa Vallicelliana, dove ha condiviso la mensa con i Padri della Comunità e con i Prepositi delle Congregazioni italiane. 

Per la solennità, celebrata in S. Filippo in Eurosia alla Garbatella il 23-24 maggio, il Procuratore Generale ha presieduto la S. Messa e la processione nel pomeriggio del 23; nella Casa delle Suore di S. Filippo a via di Monte Pertica il 24 maggio. In S. Maria in Vallicella presiederà il 28 maggio l’Incontro dell’Oratorio in Musica che propone la riflessione su testi di un Santo molto caro alla Famiglia Oratoriana perché legato alla sua storia ed alla sua spiritualità: Francesco di Sales, Fondatore dell’Oratorio di Thonon, eretto da Clemente VIII “ad instar Congregationis Oratorii S. Mariae in Vallicella de Urbe”, e legato da profonda amicizia alla Comunità Vallicelliana, in particolare al Ven. Card. Cesare Baronio e al Beato Giovenale Ancina, discepoli di Padre Filippo: “…il vostro sempre affezionatissimo fratello e servitore in Cristo Gesù…”. Musiche di Wolgang Amadeus Mozart, eseguite dall’Accademia Musicale San Pietro, diretta da P. Pierre Paul, Maestro di Cappella della Basilica Vaticana.

Rescritto fondazione Oratorio di Getafe

Il Sommo Pontefice Benedetto XVI, con Rescritto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica (Prot. N. 51422/2009) datato 26 maggio 2009, solennità del S. P. Filippo, ha canonicamente eretto in Congregazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri la Comunità di Getafe (Spagna), costituita dai RR. Sacerdoti Julio Gonzáles Pozo, Alberto Velasco Esteban, Pedro Castañón López, Enrique Santayana Lozano, Enrique Alonso Guerrero, ai quali si aggiungono il fr. laico Raúl Malagón e il seminarista Jonatan Mirón. La nuova fondazione oratoriana giunge alla conclusione canonica del suo cammino dopo molti anni di esperienza comunitaria e pastorale nella diocesi di Getafe, ed è stata accompagnata nei tre anni di iter canonico prescritto dal “Modus procedendi in praeparandis Congregationibus” – in qualità di Delegato del Procuratore Generale – dal R. P. Rafael Muñoz Pérez, C.O. di Sevilla, Deputatus pro Regione Hispanica, il quale si è preso cura del cammino di formazione e lo ha esercitato con generosa e frequente presenza.

Il Rescritto della Sede Apostolica sarà ufficialmente consegnato a Getafe nei prossimi mesi, nel corso della consueta celebrazione. Nel formulare alla nuova Congregazione i più fraterni auguri, il Procuratore Generale esprime un vivo ringraziamento a S.E.R. mons. Joaquín María López de Andújar y Cánovas del Castillo, Vescovo di Getafe, per la generosa disponibilità manifestata nei confronti della vocazione oratoriana di cinque suoi sacerdoti.

Il Dr. Aldo Giuliano Postulatore Causa Baronio

La Procura Generale, “Actor Causae”, è lieta di comunicare che la Congregazione per le Cause dei Santi ha accettato la nomina del dr. Aldo Giuliano a Postulatore della Causa di Beatificazione e Canonizzazione del Ven. Card. Cesare Baronio. Mentre ringrazia di cuore il R. P. Gontrano Tesserin, C.O. per il lavoro prezioso svolto negli scorsi anni, determinante per la ripresa della Causa, il Procuratore Generale esprime al dr. Aldo Giuliano la gratitudine della Famiglia Oratoriana per l’accettazione di questo impegnativo compito a cui è indispensabile anche la generosa collaborazione delle Congregazioni dell’Oratorio. Al fine di facilitare il rapporto tra le Case Oratoriane e il nuovo Postulatore della Causa, il nostro sito riporterà stabilmente una sezione intitolata “Causa Ven. Baronii” che costituirà il “Bollettino” della Postulazione della Causa.

» Lettera del Procuratore Generale

Visita alle Sette Chiese

Il Procuratore Generale partecipa all’annuale Visita alle Sette Chiese, organizzata dalla Congregazione di Roma il 16 e 17 maggio. Anche questa edizione è segnata dal ricordo dell’Apostolo delle genti e completa – nell’ambito del tradizionale percorso – la visita ai luoghi dell’Urbe legati alla presenza di S. Paolo, tra i quali, lo scorso anno, sono stati scelti le Tre Fontane, il Carcere Mamertino e S. Paolo alla Regola. Dopo la visita alla Basilica di S. Pietro in Vaticano e il canto solenne del Vespro nella Cappella Paolina, il cammino riprende per S. Paolo fuori le Mura, le Catacombe di S. Sebastiano, S. Prisca all’Aventino, SS. Nereo e Achilleo alle Terme di Caracalla, dove il Procuratore Generale presiede la S. Messa, nella solennità esterna dei due santi Martiri, e S. Maria in Via Lata, per concludersi in S. Maria in Vallicella.