Festa a S. Girolamo della Carità

Il Procuratore Generale partecipa anche quest’anno alla festa del Santo titolare della chiesa e della casa che è culla dell’Oratorio. Al Rettore ed ai sacerdoti che officiano la Chiesa, come pure alle Suore di S. Filippo – custodi del luogo tanto caro alla Famiglia Oratoriana – ed ai vari amici presenti offre in omaggio la biografia di S. Filippo Neri “Breve storia di una grande vita”. L’Arciconfraternita della Carità aveva ricevuto da Clemente VII, nel 1524, la chiesa e la casa dove la tradizione segnala che abbia abitato S. Girolamo durante il suo soggiorno, chiamato a Roma dal Papa Damaso alla fine del IV secolo.

La chiesa fu allora officiata da un gruppo di 14 sacerdoti secolari che svolgevano le funzioni di cappellani del sodalizio. In questa comunità entrò Filippo Neri nel 1551 dopo la sua ordinazione sacerdotale. Cominciò così un periodo di grande fervore religioso intorno a S. Girolamo, favorito dalla presenza di Padre Filippo attorno al quale si raccolse un piccolo gruppo di amici e penitenti. Qui incontrò anche gli uomini più illuminati del suo tempo, come S. Ignazio di Loyola, S. Felice da Cantalice, S. Carlo Borromeo, S. Camillo de Lellis e numerosi altri.

Il Santo fece di S. Girolamo il centro di tante iniziative pastorali, tra le quali risplende il suo Oratorio, iniziato semplicemente nella sua piccola stanza; quando essa risultò insufficiente, fu necessario adattare a sala di incontro il granaio posto sopra la navata destra della chiesa. Anche con il trasferimento della Congregazione dell’Oratorio nel complesso di S. Maria in Vallicella, Filippo non riusciva a decidersi a lasciare S. Girolamo. Quando, il 22 novembre 1583, su richiesta esplicita del Pontefice, lo dovette fare, organizzò una strana processione: gli abitanti della zona lo videro passare portando in mano un mestolo ed un fiasco seguito dai suoi con gli umili attrezzi di casa: erano passati più di 32 anni da quando il Padre era entrato in S. Girolamo.

Cinquantesimo dell’Oratorio in Costa Rica

In occasione delle prossime festività del Santo padre Filippo Neri, la Congregazione dell’Oratorio di S. José del Costa Rica ricorderà il Cinquantesimo anniversario della sua fondazione.

Il Procuratore Generale formula alla Congregazione le felicitazioni della Confederazione Oratoriana augurando ai confratelli costaricensi di proseguire con rinnovato impegno nel cammino di fedeltà allo spirito ed alle Costituzioni dell’Oratorio.

Buona Pasqua alla Famiglia Oratoriana

Il Procuratore Generale formula alle Congregazioni dell’Oratorio, ai Laici degli Oratori Secolari, alle Comunità in cammino di formazione, fervidi auguri di sante feste pasquali.

Con gli auguri rivolge l’invito ad unirsi, nella S. Messa del prossimo 15 aprile, alla preghiera che in S. Maria in Vallicella si eleverà a Dio “pro beatificatione” del Ven. Card. Cesare Baronio in occasione della solenne Celebrazione presieduta da Sua Eminenza Rev.ma il Card. James Francis Stafford, Penitenziere Maggiore.

La gioia delle celebrazioni pasquali rinnovi in tutti i figli di S. Filippo Neri la consapevolezza che il Ven. Baronio attinse alla scuola di Padre Filippo: «Cercate Dio, cercate Dio. Guardatevi dalle insidie del demonio: solo vero onore è servire Dio con tutta umiltà».