Home  Presentazione  Confederazione  Congregazioni  Documenti  News  Foto  Annales  |  Santità  Biblioteca

Contatti

 

News

 

Presentazione del libro su Mons. Nicolini

 

 

Roma, 22 gennaio 2012

 

Il P. Procuratore Generale invia all’Editrice VELAR il messaggio che riportiamo:

 

Roma, 22 gennaio 2012

 

Cari Amici,

il Vostro invito a partecipare alla presentazione del volume della collana “Messaggeri d’amore” dedicato da Lidio e Federica Piardi a “Mons. Giulio Nicolini vescovo. Uomo di Dio in pienezza e semplicità di cuore”, mi è giunto graditissimo, ma un impegno preso da mesi con il Seminario Arcivescovile di Torino mi impedisce di essere presente.

Desidero però far giungere a Voi, agli autori ed ai presenti, il saluto della Famiglia Oratoriana di San Filippo Neri a cui mons. Nicolini appartenne negli anni della sua giovinezza sacerdotale.

Ho letto con grande interesse il profilo che di lui è stato delineato e sento di dovermi complimentare con gli autori.
Quale emerge dalle pagine del volume, mons. Giulio Nicolini è davvero quello che anch’io ho avuto la gioia di conoscere.
Lo ricordo, in particolare, celebrare la festa di San Filippo, nella chiesa oratoriana di Biella, dove ero a quel tempo superiore della Comunità: lo avevo invitato, l’anno stesso in cui fece il suo ingresso ad Alba come Vescovo di questa diocesi piemontese, ed ho ancora nella mente e nel cuore le cose bellissime che egli disse sul santo a cui, anche dopo la sua esperienza oratoriana, rimase fedele, affascinato dalla “pienezza e semplicità di cuore” che Filippo Neri testimoniò lungo tutto il corso della sua vita.
Venne a visitare la Comunità altre volte, e si trattenne con noi alcuni giorni in occasione della visita del beato Giovanni Paolo II ad Oropa nel luglio del 1989.
Ormai vescovo di Cremona, nonostante i numerosi impegni, accettò di celebrare nella Comunità di Biella il centenario (1995) della morte di San Filippo, e in quella occasione, quando già la Confederazione dell’Oratorio mi aveva eletto Procuratore Generale, mi chiese di restituirgli il favore predicando in novembre gli Esercizi Spirituali ai chierici del suo Seminario; ricordo che mi disse: “Parla di San Filippo; abbiamo bisogno di modelli di questo valore!”. E i seminaristi stessi, dopo le meditazioni introdutive del primo giorno, mi chiesero: “Quand’è che ci parla di san Filippo? Il Vescovo ci ha detto che questo sarebbe stato il tema”… Dal secondo giorno entrai decisamente in argomento.
Passai a salutare Sua Eccellenza in vescovado, al termine di quel corso, e con la sua solita amabilità mons. Nicolini mi ringraziò dicendomi che i seminaristi erano stati molto contenti. Con alcuni di essi, ormai preti, ho conservato fino ad oggi fraterni rapporti di amicizia.
Vidi ancora mons. Nicolini altre volte, prima che il Signore lo chiamasse alla Casa del cielo. E fu sempre una festa reciproca di sentimenti affettuosi; furono sempre, al tempo stesso, incontri che mi arricchirono dal punto di vista spirituale e pastorale.

Che dire del caro mons. Nicolini meglio di quanto il titolo di questo volumetto, con sapiente sintesi, esprime?
“Uomo di Dio in pienezza e semplicità di cuore”.
Fu così davvero. E’ il suo ritratto! Una bella umanità abitata dalla Presenza di Colui a Cui egli dedicò la vita, l’“humanissimus Dominus”, come lo definirono alcuni autori medievali. Una bella umanità che si è lasciata plasmare da Cristo ed è diventata affascinante testimonianza di ciò che la fede cristiana produce nell’uomo.

L’augurio, per il bene della Chiesa, è che non manchino mai Vescovi che esercitino il loro ministero – di insegnamento, di santificazione e di governo – con l’animo e con il cuore del Buon Pastore; Vescovi che, come mons. Nicolini, guardino negli occhi i singoli, mettano il loro cuore a contatto con il cuore dei fedeli, amino ciascuno mentre portano il dono di Cristo alle comunità a loro affidate.

«Cor ad cor loquitur» fu il motto scelto dal grande Oratoriano il beato Card. John Henry Newman per il suo stemma: il cuor parla al cuore!
Non si tratta di sentimentalismi; si tratta di profondità: quella profondità di rapporto che il Signore instaura con noi e che noi, accogliendola da Lui, diventiamo capaci di instaurare anche con gli altri.
«Compito del nostro Istituto è di parlare al cuore» diceva un altro grande Oratoriano, divenuto anch’egli Vescovo e Cardinale, Francesco M. Tarugi, discepolo diletto di San Filippo Neri. Ed anche qui lo sguardo si apre su orizzonti sconfinati… quelli che il beato Giovanni Paolo II – che mons. Nicolini amò e servì, e a cui tanto assomigliò nella sua saldezza di convinzioni e nella sua stupenda umanità – commentò con queste parole:
«Le sorgenti del movimento spirituale che trae origine da San Filippo Neri, alimentano la missione di sempre: condurre l'uomo all’incontro con Gesù Cristo “Via, Verità e Vita”, realmente presente nella Chiesa e “contemporaneo” di ogni uomo. Tale incontro, vissuto e proposto da San Filippo Neri in modo originale e coinvolgente, porta a diventare uomini nuovi nel mistero della Grazia, suscitando nell’animo quella “gioia cristiana” che costituisce il “centuplo” donato da Cristo a chi lo accoglie nella propria esistenza. Favorire un personale incontro con Cristo rappresenta anche il fondamentale “metodo missionario” dell’Oratorio. Esso consiste nel “parlare al cuore” degli uomini per condurli a fare un’esperienza del Maestro divino, capace di trasformare la vita. Ciò si ottiene soprattutto testimoniando la bellezza di un simile incontro, da cui il vivere riceve senso pieno. E’ necessario proporre ai “lontani” non un annuncio teorico, ma la possibilità di un’esistenza realmente rinnovata e perciò colma di gioia. Ecco la grande eredità ricevuta dal vostro Padre Filippo! Ecco una via pastorale sempre valida, perché iscritta nella perenne esperienza cristiana!».

Cari Amici Serra, cari autori del volume: grazie per aver ricordato degnamente mons. Giulio Nicolini.
Auguro al libro la diffusione che merita. Per alcuni sarà l’occasione di conoscere un Pastore secondo il cuore di Dio; per altri di rinnovare la gratitudine al Signore per avercelo donato.

 

Edoardo Aldo Cerrato, C.O.
Procuratore Generale

 

Sito ufficiale della Procura Generale della Confederazione dell'Oratorio di San Filippo Neri  Statistiche  |  Link  |  Preferiti