Home  Presentazione  Confederazione  Congregazioni  Documenti  News  Foto  Annales  |  Santità  Biblioteca

Contatti

 

News

 

80.mo Genetliaco e II anniversario

di Pontificato di Sua Santità Benedetto XVI

 

Roma, 16-19 aprile 2007

       

Facendosi interprete dei sentimenti di filiale affetto di tutti i membri della Confederazione Oratoriana, il Procuratore Generale, con il messaggio che riportiamo, esprime al Santo Padre Benedetto XVI gli auguri più fervidi:

 

 

Beatissimo Padre,

 

i figli di San Filippo Neri nelle Congregazioni dell’Oratorio presenti in varie Nazioni esprimono alla Santità Vostra, attraverso il sottoscritto Procuratore Generale della Confederazione, i più fervidi auguri in occasione del Vostro 80.mo Genetliaco e nel lieto anniversario della Vostra elezione alla Cattedra di Pietro.

 

L’esultanza che la sera del 19 aprile di due anni or sono ci è stata donata,  quando dalla Loggia di San Pietro il Vostro nome è stato proclamato come Successore del Principe degli Apostoli, è viva, Padre Santo, in ognuno di noi, ed è anzi cresciuta giorno per giorno nel seguirVi con amore di figli nella gioiosa e riconoscente accoglienza dell’alto Magistero con cui avete illuminato e confortato il nostro cammino.

 

La Famiglia Oratoriana Vi ringrazia ancora, in questa lieta circostanza, per il Messaggio che avete voluto far pervenire al Congresso Generale celebrato nello scorso settembre, e Vi assicura, Beatissimo Padre, che le Vostre parole sono per tutti dono prezioso. Ma tale ringraziamento è strettamente unito a quello che Vi porgiamo per tutti gli insegnamenti che da Vostra Santità sono giunti alla Chiesa in questi due anni del Vostro Pontificato.

Le parole, Padre Santo, non sono adeguate ad esprimere la riconoscenza che Vi dobbiamo: la esprimiamo in questo giorno con un dono: la Procura Generale offre per le Vostre Intenzioni la celebrazione di cento SS. Messe a nome di ogni singola Congregazione confederata e delle Comunità che in varie parti del mondo sono in cammino di formazione per diventare Congregazioni dell’Oratorio.

 

In questo anno in cui l’Oratorio ricorda il IV centenario della morte del Ven. Card. Cesare Baronio, discepolo e primo successore di S. Filippo Neri, con gioia meditiamo quanto la Santità Vostra ci ha detto nel Messaggio al Congresso Generale:

 

“Il più eloquente commento delle Costituzioni e della Ratio formationis è costituito dall’esempio di numerosi discepoli di san Filippo, vissuti in diverse epoche e luoghi. Basti pensare a san Luigi Scrosoppi, ai beati Sebastiano Valfré, Giovenale Ancina, Antonio Grassi, José Vaz, e al ven. Card. John Henry Newman, modello di fecondo apostolato intellettuale nella via Oratorii. Una menzione speciale va riservata al venerabile Cardinale Cesare Baronio, illustre membro dell’Oratorio e insigne uomo di Chiesa, del quale vi preparate a commemorare il IV centenario della morte. Con perspicace intuizione san Filippo aveva indotto questo suo discepolo e primo successore a dedicarsi allo studio della Storia della Chiesa. L’indagine approfondita da lui condotta sui documenti diede origine ad opere cospicue, accolte con unanime favore dal mondo della cultura. Tra i suoi scritti giova citare gli Annales Ecclesiastici, espressione di fervido amore per il Corpo mistico di Cristo e di appassionata dedizione alla missione della Chiesa. Cresciuto alla scuola di san Filippo Neri nell’umiltà e nello spirito di preghiera, nella carità e nello zelo apostolico, il Cardinale Baronio manifestò nel corso dell’intera sua esistenza una costante tensione verso quella “oboedientia et pax” che compare come motto nel suo stemma cardinalizio e che, alcuni secoli dopo, il beato Giovanni XXIII, suo devoto ammiratore, scelse come proprio. Su tale scia invito i figli spirituali di san Filippo Neri a proseguire il loro cammino, attingendo sempre, per la loro formazione, luce ed energia alle genuine sorgenti del movimento oratoriano. “Attendite ad petram ubi excisi estis – guardate alla roccia da cui siete stati tagliati” (Is 51,1) è l’ammonimento che Cesare Baronio rivolgeva ai primi Padri dell’Oratorio, esortandoli a non dimenticare la lezione di Padre Filippo. L’ammonimento permane valido anche oggi. Il ritorno alle origini costituisca per tutti un valido stimolo a proclamare senza sosta il vangelo della gioia e dell’amore, come fece il Fondatore insieme ai suoi seguaci della prima ora”.

 

Su tutti i figli dell’Apostolo di Roma invoco, Padre Santo, l’Apostolica Benedizione, mentre con devozione filiale, a nome di tutti, bacio le Vostre Mani e mi professo

 

della Santità Vostra

dev.mo in Domino

Edoardo Aldo Cerrato, C.O.

Procuratore Generale

 

 

La Procura Generale ringrazia oggi con viva gioia il Santo Padre anche per il dono fatto alla Chiesa ed al mondo intero con il nuovo libro “Gesù di Nazaret”, presentato nella Sala Stampa della Santa Sede il 13 aprile e da oggi disponibile nelle librerie.

Invitato da S.E.R. mons. Giuseppe Bertello, Nunzio Apostolico in Italia, il Procuratore Generale partecipa il giorno 19, nella sede della Nunziatura, al ricevimento per il II anniversario di Pontificato di S. S. Benedetto XVI.

 

Sito ufficiale della Procura Generale della Confederazione dell'Oratorio di San Filippo Neri  Statistiche  |  Link  |  Preferiti