Home  Presentazione  Confederazione  Congregazioni  Documenti  News  Foto  Annales  |  Santità  Biblioteca

Contatti

 

News

 

Newman: verso la beatificazione

 

Roma, 11 agosto 2008

 

Nel giorno anniversario della morte del Ven. Card. John Henry Newman è stato motivo di soddisfazione la notizia che la Sede Apostolica ha richiesto la riesumazione dei resti del Venerabile. Le spoglie del Cardinale saranno prossimamente trasferite dal cimitero dove riposa con i Padri dell’Oratorio di Birmingham alla chiesa della Congregazione: un passo verso l’elevazione alla gloria degli altari che si prevede prossima.

 

Il 30 luglio scorso, durante la Conferenza dei Vescovi anglicani a Lambeth, l’Em.mo Cardinale Walter Kasper, inviato del Papa, ha chiesto nella sua relazione di tornare al modello della Chiesa apostolica ricordando i "motivi ecclesiologici" che convinsero il più celebre dei convertiti dell'Ottocento, John Henry Newman, ad abbracciare il Cattolicesimo ed ha auspicato che nell'Anglicanesimo di oggi rinasca un nuovo Oxford Movement, di cui Newman fu ispiratore.


«Le questioni ecclesiologiche – ha detto il Cardinale – sono state a lungo un motivo grave di scontro fra le nostre due comunità. Già da giovane studente analizzavo tutte le argomentazioni ecclesiologiche di John Henry Newman, che lo spinsero a diventare cattolico. Le sue principali preoccupazioni riguardavano l’apostolicità nella comunione con la sede di Pietro come custode della tradizione apostolica e dell’unità della Chiesa. Penso che i suoi interrogativi siano ancora attuali e che il dibattito non sia ancora esaurito.

 

Mentre Newman affrontava la Chiesa d’Inghilterra della sua epoca, oggi ci troviamo di fronte a ulteriori problemi nella Comunione Anglicana, composta da quarantaquattro Chiese nazionali e regionali, ognuna dotata di auto-governo. L’indipendenza senza una sufficiente interdipendenza è divenuta ora un problema grave. […] Nella nostra epoca, è anche possibile pensare a un nuovo Movimento di Oxford, un recupero di ricchezze presenti nella vostra famiglia. Sarebbe una rinnovata ricezione, un nuovo ricorso alla Tradizione Apostolica in una situazione inedita. Non significherebbe rinunciare alla vostra profonda attenzione per le sfide e le lotte umane, al vostro desiderio di dignità e giustizia umane, alla vostra sollecitudine affinché tutte le donne e tutti gli uomini abbiano un ruolo attivo nella Chiesa. Piuttosto, porterebbe tali istanze e le questioni che ne derivano più direttamente nell’ambito creato dal Vangelo e dall’antica tradizione comune su cui si basa il nostro dialogo». (Traduzione italiana curata da "L'Osservatore Romano")

 

Sito ufficiale della Procura Generale della Confederazione dell'Oratorio di San Filippo Neri  Statistiche  |  Link  |  Preferiti