Home  Presentazione  Confederazione  Congregazioni  Documenti  News  Foto  Annales  |  Santità  Biblioteca

Contatti

 

News

 

Convegno Internazionale di Studi

“Baronio e le sue fonti”

 

 

Sora (Italia), 10-13 ottobre 2007

 

A cura del Centro Studi Sorani si svolge il Convegno Internazionale su “Baronio e le sue fonti”.

 

Aperto nella Cattedrale S. Maria Assunta, dal saluto di S.E.R. mons. Luca Brandolini, Vescovo della Diocesi di Sora Aquino Pontecorvo; del dr. Cesidio Casinelli, Sindaco della città di Sora; del dr. Francesco Scalia, Presidente della Provincia di Frosinone; di p. Edoardo Aldo Cerrato CO, Procuratore Generale della Confederazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri, e di S.E.R. l’Arcivescovo Raffaele Farina SDB, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, il Convegno prosegue come da annunciato programma.

 

Introducono i lavori il prof. Luigi Gulia, Presidente del Centro di Studi Sorani e la prolusione del prof. Romeo De Maio, dell’Università di Napoli Federico II: “Verità storica ed esigenze dommatiche di Baronio”. Coordina il prof. Claudio Basile, Direttore della Biblioteca Diocesana.
 

Riportiamo il saluto del Procuratore Generale:

 

 

Eccellenze, Chiarissimi Professori, Signore e Signori,

 

quando, nel settembre del 2005, espressi alle Congregazioni della Confederazione Oratoriana l’intenzione di dare alle celebrazioni del IV centenario il rilievo che Cesare Baronio merita, «attesa l’importanza di questo discepolo di san Filippo Neri e suo primo successore nella storia e nella spiritualità dell’Oratorio», non immaginavo quali e quante manifestazioni di interesse il centenario avrebbe avuto, anche al di là dei confini del nostro Istituto.

 

E’ vero che del Baronio già da tempo non “si taceva”; il “silenzio” sul Baronio – rilevato da don Giuseppe De Luca nell’introduzione del 1961 alla ristampa di un lavoro giovanile di Angelo Giuseppe Roncalli, divenuto nel frattempo Giovanni XXIII – era stato, almeno in parte, superato. Ed al Centro di Studi Sorani, con i suoi Convegni e pubblicazioni, va riconosciuto in questo ambito un notevolissimo merito. A questa Istituzione, innanzitutto, desidero rivolgere perciò il più vivo ringraziamento della Confederazione dell’Oratorio anche per il Convegno che oggi si inaugura.

 

Cesare Baronio è per noi dell’Oratorio, prima di ogni altra dovuta considerazione, il discepolo – “il tralcio più schietto” – di Filippo Neri, plasmato alla sua scuola di santità e formato ad una azione apostolica che si esercitò anche mediante lo studio e la ricerca.

 

Grazie a lui, soprattutto, la cultura storica, presente fin dagli inizi nell’Oratorio filippino, è divenuta caratteristica del nostro Istituto. Ma gli Oratoriani che in essa si sono distinti – come dimenticare, tra gli ultimi, p. Antonio Cistellini, autore dell’opera davvero monumentale dedicata alla storia ed alla spiritualità dell’Oratorio? – mai hanno perduto di vista la dimensione apostolica di un lavoro storiografico serio ed onesto.

 

Così avvenne, infatti, fin dagli inizi della storiografia ecclesiastica, quando Eusebio di Cesarea compose la prima storia della Chiesa, come ricordava recentemente Sua Santità Benedetto XVI in un discorso del passato 13 giugno, di cui mi permetto una lunga citazione:

 

«Ci possiamo chiedere come [Eusebio] abbia strutturato e con quali intenzioni abbia redatto questa opera nuova. All’inizio del primo libro lo storico elenca puntualmente gli argomenti che intende trattare nella sua opera […]: la successione degli Apostoli come ossatura della Chiesa, la diffusione del Messaggio, gli errori, poi le persecuzioni da parte dei pagani e le grandi testimonianze che sono la luce in questa Storia. In tutto questo per lui traspaiono la misericordia e la benevolenza del Salvatore. Eusebio inaugura così la storiografia ecclesiastica […] facendo esplicito riferimento alla “misericordia” e alla “benevolenza” del Salvatore. Possiamo cogliere la prospettiva fondamentale: la sua è una storia “cristocentrica”, nella quale si svela progressivamente il mistero dell’amore di Dio per gli uomini. […] Balza così in primo piano un’altra caratteristica, che rimarrà costante nell’antica storiografia ecclesiastica: “l’intento morale” che presiede al racconto. L’analisi storica non è mai fine a se stessa; non è fatta solo per conoscere il passato; piuttosto, essa punta decisamente alla conversione, e ad una autentica testimonianza di vita cristiana da parte dei fedeli. […]"C’è un mistero", non si stancava di ripetere quell’eminente studioso dei Padri che fu il Cardinale Jean Daniélou: "Il mistero è quello delle opere di Dio, che costituiscono nel tempo la realtà autentica, nascosta dietro le apparenze… Ma questa storia che Dio realizza per l’uomo, non la realizza senza di lui. Arrestarsi alla contemplazione delle ‘grandi cose’ di Dio significherebbe vedere solo un aspetto delle cose. Di fronte ad esse sta la risposta degli uomini" (Saggio sul mistero della storia, ed. it., Brescia 1963, p. 182). A tanti secoli di distanza, anche oggi Eusebio di Cesarea – concludeva Benedetto XVI – invita i credenti, invita noi, a stupirci, a contemplare nella storia le grandi opere di Dio per la salvezza degli uomini. E con altrettanta energia egli ci invita alla conversione della vita».

 

Direi che questa è l’ottica in cui si comprende adeguatamente l’opera del cardinale Baronio, i cui inizi affondano significativamente in quegli incontri pomeridiani dell’Oratorio, in cui Padre Filippo lo incaricò di esporre la storia della Chiesa.

 

Augurando cordialmente buon lavoro, ringrazio gli studiosi per i loro contributi; e ringrazio tutti i partecipanti al Convegno.

 

 

Diamo del Convegno lo svolgimento, come da preannunciato programma:

 

Mercoledì 10 ottobre 2007

 

17.30 – Sora, Cattedrale S. Maria Assunta
 

Apertura dei lavori

Interventi di saluto: S.E. Mons. Luca Brandolini, Vescovo della Diocesi di Sora Aquino Pontecorvo; Cesidio Casinelli, Sindaco della città di Sora; Francesco Scalia, Presidente della Provincia di Frosinone; Edoardo Aldo Cerrato CO, Procuratore Generale della Confederazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri.; S.E. Arciv. Raffaele Farina SDB, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa.

Introduzione: Luigi Gulia, Presidente del Centro di Studi Sorani.
Prolusione: Romeo De Maio, Università di Napoli Federico II: “Verità storica ed esigenze dommatiche di Baronio”.


Claudio Basile, Direttore della Biblioteca Diocesana, coordina

Giovedì 11 ottobre 2007

 

9.00 – Sora, Cattedrale S. Maria Assunta
 

Contesto e metodo storiografico
 

Presiede: Massimo Firpo, Università di Torino
 

Stefano Zen, Istituto Ottaviano Augusto, Ottaviano, Napoli: “Relazioni europee di Baronio. Metodo di ricerca e reperimento delle fonti”.
 

Jean-Louis Quantin, École Pratique des Hautes Études, Sorbonne, Parigi: “Baronio e le fonti d’Oltralpe: il contributo francese agli Annales”.
 

Enrico dal Covolo, Università Pontificia Salesiana, Roma: “Alle origini della storiografia ecclesiastica”.
 

Herwarth Röttgen, Stuttgart Universität: “Il loco nell’idea delle Centuriae

Magdeburgenses e negli Annales ecclesiastici: scrittura verso tradizione, ovvero la Chiesa a Wittenberg o Magdeburg e la Chiesa a Roma”.
 

Giuseppe Finocchiaro, Biblioteca Vallicelliana, Roma: “La biblioteca di Cesare Baronio”.
 

Alberto Bianco, Archivio della Procura Generale dell’Oratorio, Roma: “Baronio e le fonti filippine”.
 

16.00 - Veroli, Palazzo Municipale
 

Letteratura e storia. Fonti e problemi

Saluto di Giuseppe D’Onorio, Sindaco della città di Veroli
 

Presiede: Francesco Scorza Barcellona, Università di Roma “Tor Vergata”.

Roberto Osculati, Università di Catania: “Storia, dogma e leggenda alle origini del cristianesimo secondo gli ‘Annali’ di Cesare Baronio”.
 

Massimiliano Signifredi, Università di Roma Tre: “Giovanni Crisostomo nell’opera di Cesare Baronio”.
 

Lidia Capo e Patrizia Natalini, Università di Roma “La Sapienza”: “Cesare Baronio e il problema longobardo: fonti e metodo di lavoro”
 

Paolo Golinelli, Università di Verona: “L’incontro di Canossa (1077) negli Annales baroniani”.
 

Marco Guardo, Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana, Roma: “Il latino del Baronio: la prima dedicatoria a Sisto V negli Annales Ecclesiastici”.

Visita della Biblioteca Giovardiana (sec. XVIII) - Ore 19.00 – 20.00
 

Venerdì 12 ottobre 2007

 

9.00 - Sora, Istituto S. Tommaso d’Aquino
 

Agiografia, culto e liturgia
 

Presiede: Manlio Sodi, Università Pontificia Salesiana, Roma

Silvia Ronchey, Università di Siena: “Baronio e gli antichi Atti dei Martiri: dottrina ufficiale e realtà storica”.
 

Roberto Fusco, Università Pontificia Salesiana, Roma: “Agiografia italo-greca in Cesare Baronio”.
 

John Howe, Texas Tech University, U.S.A.: “Baronio e S. Domenico di Sora”.
 

Stefania Mezzazappa, Centro di Studi Sorani “Vincenzo Patriarca”: “I martiri Rufino e Cesidio: tracce archeologiche del culto”.
 

Charles van Leeuwen, Universiteit Maastricht: “Baronio nei Paesi Bassi: modello culturale e ideale missionario”.
 

Angelo Rusconi, Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra: “La riforma dei libri di canto liturgico in epoca tridentina”.

15.30 - Sora, Istituto S. Tommaso d’Aquino
 

Archeologia, antiquitates, architettura sacra
 

Presiede: Alessandro Zuccari, Università di Roma “La Sapienza”

Jetze J. Touber, Università di Groningen, Netherlands: “Cesare Baronio e Antonio Gallonio: le fonti per il sapere martirologico”.
 

Danilo Mazzoleni, Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, Università di Roma Tre: “Il cardinale Cesare Baronio e le iscrizioni cristiane”.
 

Massimiliano Ghilardi, Istituto Nazionale di Studi Romani: “Baronio e la ‘Roma sotterranea’ tra pietà oratoriana e interessi gesuitici”.
 

Giuseppe Antonio Guazzelli, Università di Roma “Tor Vergata”: “La documentazione numismatica negli Annales Ecclesiastici”.
 

Jörg Martin Merz, Westfälische Wilhems-Universität Münster: “Baronio e le Instructionum Fabricae di Carlo Borromeo”.
 

Ingo Herklotz, Philipps-Universität Marburg: “Basilica e edificio a pianta centrale: continuità ed esclusione nella storiografia architettonica all’epoca del Baronio”.
 

Flavia Strinati, Università di Roma “La Sapienza”: “La ristrutturazione della Chiesa di San Saba tra il 1573 e il 1575: il rapporto con l’antico tra Lauretano e Baronio”.

21.15 - Sora, Abbazia di S. Domenico
 

Presentazione del libro di John Howe, Riforma della Chiesa e trasformazioni sociali nell’Italia dell’XI secolo. Domenico di Sora e i suoi patroni, edizione italiana a cura di Paolo Golinelli, traduzione di Elisabetta Mezzani, Centro di Studi Sorani “Vincenzo Patriarca”, Sora 2007.
 

Intervengono: Dom Silvestro Buttarazzi, Abate Preside della Congregazione di Casamari, Luigi Gulia, Paolo Golinelli, John Howe.

Sabato 13 ottobre 2007

 

9.00 - Sora, Palazzo Municipale
 

Baronio soggetto e fonte storiografica


Presiede: Guido Pescosolido, Università di Roma “La Sapienza”
Saluto di Bruno La Pietra, Assessore alle politiche culturali, Comune di Sora

Andrea Trentini, Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana, Roma: “Baronio arabo: vicende e tematiche dell’Annalium Ecclesiasticorum Arabica Epitome”.
 

Elena Valeri, Università di Roma “La Sapienza”: “L’immagine dell’Italia negli Annales Ecclesiastici di Cesare Baronio. Fonti e problemi”.
 

Elisabetta Marchetti, Università di Bologna: “Linee di ricerca: Baronio promotore della riforma del Carmelo Scalzo”.
 

Carlo La Bella, Istituto Nazionale di Studi Romani: “Per la fortuna dei restauri baroniani: le Grotte vaticane di Paolo V Borghese (1605-1619)”.
 

Marco Pupillo, Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma: “Gli incisori del Baronio”.
 

Alessandro Zuccari, Università di Roma “La Sapienza”: “Fonti antiche e moderne per le iconografie di Baronio”.
 

Coordinata da Romeo De Maio, una Tavola Rotonda, a bilancio del Convegno, chiude i lavori.

 

Intervengono Luigi Gulia, Ingo Herklotz, Guido Pescosolido, Jean-Louis Quantin, Herwarth Röttgen, Francesco Scorza Barcellona, Jetze J. Touber, Stefano Zen, Alessandro Zuccari.

 


 

 

Roma, 16 ottobre 2007

 

Ricordiamo con queste immagini il Convegno di Sora del 10-13 ottobre, mentre l'Osservatore Romano esce oggi con due intere pagine dedicate al Card. Baronio, recanti gli interventi di S.E.R. mons. Raffaele Farina, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa ("L'Eusebio dei tempi moderni cresciuto alla scuola di San Filippo Neri"), del prof. Enrico Dal Covolo, dell'Università Pontificia Salesiana ("Alle origini della storiografia ecclesiastica") e del prof. Danilo Mazzoleni, Decano del Pontificio Istituto di Archeologia cristiana ("Un contributo non irrilevante anche nel campo delle antichità cristiane"), ai quali il Procuratore Generale ha rinnovato sentimenti di viva gratitudine.

 
Ha inoltre inviato espressioni di ringraziamento per il riuscitissimo Convegno, di cui è promessa la pubblicazione degli Atti, a S.E.R. mons. Luca Brandolini, Vescovo di Sora-Aquino-Pontecorvo, al prof. Luigi Gulia, Presidente del Centro di Studi Sorani, al prof. Claudio Basile, direttore della Biblioteca diocesana di Sora, ed ai Sigg. Sindaci di Sora e di Veroli.

 

 

 

 

 

 

 

Sito ufficiale della Procura Generale della Confederazione dell'Oratorio di San Filippo Neri  Statistiche  |  Link  |  Preferiti